Home » Come dormire con il nervo sciatico infiammato

Come dormire con il nervo sciatico infiammato

    dormire con nervo sciatico infiammato

    Può capitare d’alzarsi ogni mattina con un forte dolore nella zona lombo-sacrale e non solo: ciò è molto probabilmente dovuto al nervo sciatico infiammato. In attesa che il dolore passi, in seguito alla prognosi e visita medica, è possibile porre un momentaneo rimedio per evitare notti insonni. Ecco qualche consiglio su come dormire con il nervo sciatico infiammato.

    Nervo sciatico: cos’è, perché s’infiamma e chi è maggiormente a rischio

    Il nervo sciatico è un nervo misto che origina dal plesso sacrale. Interessa i nervi del plesso L4, L5, S1, S2, S3. È il nervo più voluminoso e lungo del corpo umano. È formato da due contingenti di fibre che decorrono separate all’interno del nervo dividendosi alla fine nei due rami terminali.

    La causa principale dell’infiammazione è la compressione, con effetti irritativi, del nervo sciatico o di uno dei nervi spinali che danno origine al nervo ischiatico. Nel 15% dei casi l’infiammazione è causata dall’ernia del disco. Le persone più soggette a soffrire del nervo sciatico infiammato sono: anziani, obesi, diabetici, sedentari, chi assume posture errate, solleva pesi o torce frequentemente la schiena.

    Come dormire col nervo sciatico infiammato?

    Il più delle volte, l’infiammazione passa rimanendo a riposo ma se il dolore turba le vostre notti, ecco come dormire con il nervo sciatico infiammato. Il metodo più semplice è trovare una posizione comoda ed utilizzare un materasso duro, così d’alleggerire la pressione sul nervo. Valide alternative sono: divano, poltrona reclinabile o posizionamento d’assi di legno sotto il materasso. In casi estremi si può utilizzare il pavimento come base del materasso.

    Oltre il materasso: posizioni per dormire con il nervo sciatico infiammato

    Se l’infiammazione (e conseguente malessere) si trova nel collo è consigliabile scegliere una posizione supina. Nel caso il dolore sia nella zona cervicale è consigliabile tenere la colonna vertebrale il più lineare possibile: un paio di cuscini sotto nuca e ginocchia aiutano nell’intento.

    Se il nervo sciatico infiammato colpisce la zona lombare, attraversando il bacino sino a glutei e gambe, si può ridurre il dolore dormendo lateralmente. Così facendo si eviterà l’ulteriore compressione del nervo sciatico infiammato alleviando il dolore.

    Alzare la testiera del letto di 15-20 centimetri è altrettanto utile per dormire con il nervo sciatico infiammato senza eccessivo dolore rendendo il riposo sereno. Questa posizione è consigliata anche per chi soffre di bruciore di stomaco notturno o di reflusso gastroesofageo.

    Il nervo compresso potrebbe trovarsi nel braccio o nel polso. Se l’infiammazione interessa una piccola parte del corpo si può sollevare con un cuscino od utilizzare un tutore. In caso quest’ultimo caso è consigliato utilizzarlo solo durante il riposo, per evitare che i muscoli perdano di resistenza e s’indeboliscano.

    Terapia del caldo e del freddo: come alleviare il nervo sciatico infiammato

    Fuori dal letto, un aiuto per alleviare il dolore e dormire con il nervo sciatico infiammato è farsi una doccia calda prima di coricarsi. Il calore rilassa la muscolatura e riduce il dolore. La terapia del calore è applicabile anche con uno scaldino, appoggiandolo per un massimo di 20 minuti nella zona dolente, per evitare ustioni o danni ai tessuti. Infine, tenere una temperatura ambientale tra i 15° e i 19° centigradi favorisce la diminuzione del dolore.

    In senso opposto lavora la terapia del freddo: un impacco di ghiaccio è utile per il nervo sciatico infiammato di recente, poiché fa diminuire il gonfiore e la conseguente pressione sul nervo. La regola è sempre un’applicazione di massimo 20 minuti alla volta. È sconsigliato esporre la parte interessata del corpo direttamente al freddo: bisogna evitare il contatto diretto con la pelle, per esempio avvolgendo il ghiaccio in un asciugamano.